Chi siamo

Siamo un gruppo di cittadini e cittadine uniti dalla voglia di cambiare il nostro Comune. Abbiamo deciso di metterci insieme partendo dal basso, al di fuori dei partiti tradizionali che stanno governando l'Italia e il nostro comune senza dare risposte concrete ai bisogni reali della gente. Vogliamo coinvolgere tutti quelli che come noi vivono quotidianamente i problemi legati all'assistenza sociale, al lavoro dipendente e precario (quando c’è), all'istruzione, all’integrazione tra culture diverse, alla gestione dei rifiuti e del sistema idrico. Siamo stanchi di delegare sempre ai soliti professionisti della politica le scelte che riguardano la nostra comunità. Abbiamo in mente quindi un progetto aperto perché un cambiamento vero potrà venire solo con la partecipazione diretta in prima persona di tanti cittadini che hanno idee nuove per il futuro del nostro comune. 
Abbiamo l'ambizioso obiettivo, sul piano locale, di ridare un senso alla politica intesa come gestione della "cosa pubblica" e quindi del "Bene Comune", andando in controtendenza rispetto ai partiti che hanno governato in questi anni causando delusione e allontanando la gente dalla politica. Vogliamo prendere la parola dal basso per cambiare in meglio il nostro territorio.
Noi non ci percepiamo come una tradizionale "lista civica" che guarda solo ai problemi del proprio orticello, ma preferiamo essere visti come una "lista di cittadinanza attiva", dal momento che moltissimi dei problemi locali sono spesso la conseguenza di scelte politiche prese molto più in alto; è anche per questo che puntiamo sull' alleanza con molte altre esperienze simili alla nostra della provincia di Pisa e della Toscana.
Vogliamo quindi che più gente possibile partecipi con noi in questo percorso che punta al "bene comune" del nostro territorio.

Tra i principali punti che ci accomunano ci sono:
*Una migliore gestione dei rifiuti basata sul principio "chi produce meno rifiuti paga meno"
*Una scuola pubblica con più risorse, con la creazione di un Asilo Nido pubblico
*Più servizi sociali per superare la crisi economica, mettendo al centro le questioni sanitarie e assistenziali anche grazie al prezioso lavoro delle associazioni del territorio
*Una gestione dell'acqua pubblica che, attuando il Referendum del 2011, porti una reale diminuzione delle bollette
*Diritti civili e laicità delle istituzioni per combattere le discriminazioni
*Una maggiore Partecipazione diretta e non sporadica dei cittadini alle decisioni del nostro comune

Tutti i cittadini interessati sono invitati a partecipare con noi per cambiare davvero questo comune